Bonus Fotovoltaico e SuperBonus 110%, ecco le Detrazioni 2022

A causa del caro bollette che attanaglia i cittadini Italiani da alcuni anni a questa parte, molte persone sono indirizzate alla installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto della propria abitazione o nei giardini che circondano la casa.

Il Bonus si può richiedere in fase di ristrutturazione della propria abitazione o durante il Superbonus 110% al fine di alleggerire nel tempo la fattura energetica.

Bonus Fotovoltaico 2022

Consiste nella installazione di pannelli fotovoltaici al fine di ottenere un consistente risparmio sul consumo dell’energia elettrica e di gas.

Si può richiedere in fase di:

  • Ristrutturazione con detrazione IRPEF recuperare il 50% della spesa nella dichiarazione dei redditi distribuita in 10 anni.

Il Bonus Pannelli viene riconosciuto ai richiedenti nel complesso dei lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria che installa dei pannelli fotovoltaici, finalizzati al risparmio energetico. Per ottenere il Bonus Fotovoltaico 2022 mediante il Bonus Ristrutturazione, sono ammesse le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2024.

Per queste spese viene riconosciuto dallo stato una detrazione del 50% ripartita in 10 quote annuali di uguale importo.

Il limite massimo di spesa è di 96.000 euro e comprende manodopera, installazione, progettazione, imposta di bollo, iva, spese per perizie ecc..

Bonus Fotovoltaico 2022 a chi spetta

Il Bonus Ristrutturazione Impianto fotovoltaico viene riconosciuto ai contribuenti soggetti al pagamento delle imposte sui redditi, residenti o non residenti in Italia.

Il bonus viene riconosciuto oltre che ai proprietari o ai titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche all’inquilino o al comodatario:

  • proprietario o il nudo proprietario;
  • titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • inquilino o il comodatario;
  • soci di cooperative divise e indivise;
  • i soci delle società semplici;
  • gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

Altri soggetti che possono accedere al bonus sono:

  • familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado) e il componente dell’unione civile;
  • coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge;
  • convivente more uxorio, non proprietario dell’immobile oggetto degli interventi né titolare di un contratto di comodato, per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016.

SuperBonus Fotovoltaico tramite Superbonus 110%

Si recupera il 110% in 5 anni nella dichiarazione dei redditi.

Il Bonus Fotovoltaico si può ottenere anche mediante il Superbonus 110 %, esso viene erogato sotto forma di una detrazione fiscale dell’IRPEF pari al 110 % da suddividere in 5 anni per una serie di lavori e opere di miglioramento energetico del fabbricato.

In questo caso si ottiene se vengono effettuati anche i lavori cosiddetti trainanti (l’isolamento termico delle superfici verticali, inclinate ed orizzontali per il 25% totale dell’edificio, installazione della caldaia a condensazione o pompa di calore, condizionatori e tende da sole) insomma tutti accorgimenti che comportano il miglioramento della certificazione energetica (APE) dell’edificio di almeno due classi energetiche.

SuperBonus Fotovoltaico tramite Superbonus 110% a chi spetta

  • condomini e mini condomini;
  • IACP e cooperative;
  • persone fisiche che effettuano lavori su abitazioni villette e unifamiliari.

I termini di scadenze per la presentazione delle domande sono così elencate:

edifici unifamiliari e le villette fino al 31 dicembre 2022 ma solo se il 30% dei lavori è stato realizzato entro giugno 2022;

condomini o edifici composti da 2 o 4 unità tutte intestate alla stessa persona l’agevolazione al 110% e attiva fino al 2023

poi scende al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025 nelle aree colpite dal terremoto negli ultimi anni. (L’Aquila al Centro Italia).

Come richiedere il Bonus Fotovoltaico 2022?

  1. Il Bonus Fotovoltaico 2022 può ottenere nei seguenti modi:
  2. detrazione in dichiarazione dei redditi (CAF o un consulente fiscale);
  3. detrazione sconto in fattura;
  4. cessione del credito.

Per chi sceglie il rimborso in dichiarazione dei redditi, deve procedere in caso di compilazione del 730 o rivolgersi al proprio commercialista o CAF.

Sconto in fattura e Cessione del Credito

  • lo sconto in fattura permette di recuperare la spesa subito (anziché in 5 o 10 anni con la dichiarazione dei redditi), il fornitore che ha realizzato il lavoro applica direttamente lo sconto all’atto della compilazione della fattura scalando la somma dall’importo da pagare.
  • Il fornitore per recuperare la cifra dello sconto applicato, a sua volta cede il credito alle Banche convenzionate, Assicurazioni o intermediari finanziari.

Il Governo Draghi, visto le numerose frodi emerse ha emanato diversi decreti al fine di contrastare gli abusi nel settore dell’edilizia, ha richiesto l’obbligo del visto di conformità (per lavori superiori a 10.000 euro) e dell’attestazione di congruità dei prezzi anche ai bonus casa ordinari.

Anche nel caso dell’installazione dei Pannelli solari con bonus corre obbligo d’inviare la comunicazione all’ENEA alla scadenza di 90 giorni dalla data di fine dei lavori.

Leave a Reply