Categoria: Guide Pratiche

Modello ISEE 2022, Calcolo, Compilazione e Documenti

Con questa pubblicazione vogliamo spiegare nel dettaglio tutte le linee guida del Modello ISEE, come si compila quali sono i punti di forza e le anomalie che si possono riscontrare per l’utilizzo nei confronti degli Enti che lo richiedono.

ISEE 20222 ordinario (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) è il documento mette in evidenza la posizione economica degli ultimi 2 anni comprensiva di redditi e patrimoni dei nuclei familiari, serve per inoltrare le richieste dei Bonus che il governo mette in campo per migliorare la condizione economica dei cittadini Italiani. 

INIZIO PROCEDURA PER RICHIESTA ISEE.

Adesso nel dettaglio passiamo alla guida completa del modello ISEE 2022

  • Come fare per ottenere l’ISEE 2022
  • Elenco documenti per il modello ISEE 2022
  • Come si calcola l’ISEE 2022
  • ISEE 2022 per i disabili
  • Cosa non va dichiarato nell’ISEE?
  • Quali sono i valori che fanno aumentare l’ISEE
  • Come uscire dall’ISEE familiare
  • Quanto tempo ci vuole per ottenere l’ISEE
  • Quando scattano i controlli sull’ISEE?

Come fare per ottenere l’ISEE 2022

Il primo documento che preventivamente il richiedente deve avere e compilare è il DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) nel quale sono indicati tutti i dati anagrafici e reddituale dell’intero nucleo familiare.

Il modello DSU si può presentare on line o attraverso intermediari di fiducia (CAF) deve essere presentato durante l’anno corrente fino al 31 dicembre.

Se il nucleo familiare che richiede il Modello ISEE ha avuto una variazione di reddito in eccesso o difetto negli ultimi 2 anni, può presentare il modello degli ultimi 12 mesi per aggiornare i dati.

MODELLO ISEE 2022 DOCUMENTI NECESSARI

  • stato di famiglia;
  • codice fiscale di ciascun componente del nucleo familiare;
  • documento d’identità valido;
  • dichiarazione dei redditi (modello UNICO o modello 730);
  • certificazione dei redditi (Certificazione Unica, ex CUD);
  • contratto d’affitto e copia dell’ultimo canone versato, se il nucleo risiede in abitazione in casa d’affitto;
  • saldo contabile dei depositi bancari e postali;
  • estratti conto con giacenza media annuale dei depositi bancari e postali al 31/12/2020;
  • azioni o quote detenute presso società od organismi di investimento collettivo di risparmio;
  • dati patrimonio immobiliare così come risultanti da visura catastale;
  • contratto di assicurazione sulla vita.

È bene avvisare che in caso di documentazione mendace sia l’Agenzia delle Entrate che l’INPS attraverso il sofisticato sistema informatico effettua il controllo dei dati per verificare la veridicità.

Per completare la certificazione necessaria altri documenti devono essere allegati:

  • modello 730/2021 o Redditi PF 2021 (Unico), modello CU 2021;
  • documentazione attestante compensi, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti ai fini Irpef, , borse e/o assegni di studio, assegni di mantenimento per coniuge e figli, indennità compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche, redditi prodotti all’estero.
  • redditi relativi ad attività di lavoro dipendente prestato all’estero;
  • reddito dichiarato da coniuge estero iscritto all’AIRE;
  • reddito relativo a pensioni estere;
  • reddito da attività agricole.

Per i dati patrimoniali invece:

  • partecipazioni azionarie, obbligazioni, BOT, CCT, buoni postali buoni fruttiferi, fondi d’investimento, forme assicurative di risparmio, titoli di stato ecc;
  • saldo e giacenza media di conto correnti, depositi bancari e postali, libretti postali e simili al 31/12/2020;
  • mutui (Certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà) o case di proprietà (Certificati catastali, atti notarili di compravendita, successioni);
  • assicurazioni sulla vita;
  • autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni da diporto, posseduti alla data di presentazione della dichiarazione.

Il calcolo del Modello ISEE viene fatto dall’INPS perché il sistema informatico raggruppa tutti gli stati patrimoniali del nucleo familiare ed elabora il risultato.

ISEE 2022 DISABILI

I portatori di handicap per richiedere il modello ISEE, oltre alla documentazione sopra indicata deve perfezionare il fascicolo con:

  • certificazione dell’handicap attestante la denominazione dell’ente che ha rilasciato il documento, il numero identificativo e la data di rilascio;
  • spese pagate per l’assistenza personale e/o per il ricovero presso strutture residenziali.

Quali sono le voci che regolano il valore reddituale del modello ISEE?

I parametri che alzano e abbassano l’asticella dell’importo del modello ISEE e consentono di ottenere i Bonus sono in appresso elencati:

risparmi conto corrente bancario;

conto corrente postale;

libretto postale o bancario;

depositi su una carta prepagata;

tutti quelli che risultano nei canali informatici controllati dall’Agenzia delle Entrate;

immobili posseduti di tutto il nucleo familiare.

Se un nucleo familiare a causa di un ISEE troppo alto non ha accesso ai bonus, può scegliere di fare uscire uno o più componenti dal nucleo familiare per migliorare in basso la situazione reddituale.

Quindi si procede a variare la residenza delle persone che devono uscire e vivere in altro luogo.

Tempi per ottenere l’ISEE

Dal momento che viene presentata tutta la documentazione completa in tutte le sue parti l’INPS garantisce la consegna in soli 10 giorni lavorativi dopo aver incrociato tutti i dati con sistemi informatici.